MICATUCA

CHIARA LEVI

Chiara Levi è una consulente freelance e si occupa di comunicazione, digital e social media. Ha “partorito” da poco due creature: una bimba (che ha deciso di nascere 6 settimane prima del previsto), e MICATUCA.

“Un periodo davvero incredibile! La mia bimba doveva nascere in questi giorni, agli inizi di dicembre, ma ha deciso di arrivare il 30 ottobre, lasciandoci tutti a bocca aperta – racconta Chiara -. Nel mese di novembre mi sarei dovuta dedicare in parte alla progettazione e lancio di MICATUCA, ma i piani sono stati sabotati dall’arrivo della mia seconda figlia con sei settimane di anticipo”.

tondo_rosso_micatuca

Piani “sabotati”, ma alla fine tutto si è rimesso a posto. Parliamo, quindi, di MICATUCA. Anzitutto cosa significa? E da cosa hai preso ispirazione per un simile progetto?
MICATUCA è l’acronimo di MI CAsa es TU CAsa (la mia casa è la tua casa, ndr). È un box a sorpresa in abbonamento postale: ogni mese ricevi a casa tua un assaggio della cucina di un paese straniero. In ogni box selezioniamo, insieme a persone autoctone del paese prescelto, 8 prelibatezze, tipiche e irrinunciabili, presenti nella dispensa di ogni famiglia. Ogni box viene creato con attenzione e solo grazie al prezioso aiuto delle persone local.

MICATUCA è un invito al viaggio, alla scoperta di sapori sconosciuti, alle tradizioni e alle culture dei nostri vicini con cui condividiamo il mondo.

Che messaggio vuoi diffondere con questa box?
Pensiamo che la scoperta di un nuovo sapore, di una tradizione culinaria e familiare sia una delle più grandi occasioni per conoscere e rispettare i nostri vicini di casa! Con MICATUCA puoi bussare alla porta di casa di una famiglia coreana, peruviana, taithiana o moldava e sarai il benvenuto.

micatuca 2

Chi ti accompagna in questo viaggio?
Il mio socio è il mio compagno, Stefano: dopo tanti anni di idee buttate al vento e accantonate perché la burocrazia ci frenava, abbiamo deciso di realizzare MICATUCA.

Come selezioni i Paesi, i prodotti alimentari e gli illustratori? Secondo quale filosofia?
Gli illustratori li seleziona Stefano, che nella vita si occupa anche di grafica, musica e arte contemporanea (ed è pure figlio di un pittore!). Da anni si interessa anche di street art e quindi ha un ottimo insieme di conoscenze e contatti. I paesi e i prodotti alimentari, invece, li seleziono io. Per rendere l’offerta sempre varia passeremo da un capo all’altro del mondo, senza scordarci dell’Europa.

L’unico paese escluso è, ovviamente, l’Italia, di cui senza dubbio tutti noi conosciamo già bene le tradizioni culinarie

I prodotti alimentari presenti in ogni box li seleziono con l’aiuto delle persone local, che mi indicano sia la tipologia di prodotto, che il brand più utilizzato dalle famiglie di quel paese. Non voglio che nel box ci siano prodotti troppo sofisticati: voglio che sia la selezione degli 8 prodotti che non mancano nelle dispense di quel paese. Voglio riproporre ai nostri abbonati quello che si trova nelle cucine di ogni famiglia local.

Dal fronte “scadenze e mantenimento di cibi” come ti muovi? Che attenzioni poni?
I prodotti presenti nel box sono solo a lunga conservazione per ovvie ragioni di deperibilità. Ovviamente stiamo molto attenti alle scadenze e acquistiamo solo prodotti che hanno scadenze a lungo termine.

Come funziona concretamente MICATUCA?
MICATUCA propone 3 varianti (spese di spedizione incluse): un singolo box a 29,90€, 3 box (= 3 mesi) a 26,90€ l’uno (per un totale di 80,70€), 6 box (=6 mesi) a 24,90€ l’uno (per un totale di 149,90€). Il box, che viene spedito nei primi giorni di ogni mese, contiene:
8 prodotti alimentari di un paese a sorpresa, selezionati grazie all’aiuto dei local, ovvero di chi abita nel paese del mese. I prodotti saranno sia ingredienti basici (come può essere una speciale farina, un legume o un riso particolare), sia snack dolci o salati, spezie, bibite, salse, etc. I prodotti – come recita il sito MICATUCA – vengono scelti seguendo una semplice regola: quali non mancherebbero mai nella dispensa di ogni famiglia di quel paese?
2 ricette e una scheda di spiegazione dei cibi presenti nel box. A guidare gli abbonati MICATUCA nella scoperta della cultura culinaria del paese del mese ci penseranno le 2 ricette di famiglia e la scheda di spiegazione degli 8 prodotti alimentari. La particolarità di MICATUCA è proprio questa: la selezione degli alimenti viene fatta direttamente con l’aiuto di una persona che è nata e vive in quel paese, e che regala agli abbonati una ricetta di famiglia dolce e una ricetta salata.
Una tovaglietta serigrafata in edizione limitata creata da un illustratore.
Nel box c’è anche un pezzo d’arte: una tovaglietta americana 100% cotone, serigrafata a mano e stampata in edizione limitata, ispirata al paese del box e illustrata ogni mese da un diverso illustratore italiano. In pratica, un’ottima scusa per collezionare qualcosa di unico e che ha un indiscutibile valore artistico.

Quella di dicembre sarà la prima box che spediremo!

box

Immaginati esterna al progetto. Che prodotti vorresti ricevere?
Quelli che davvero trovo nella dispensa di una nonna indiana, o di una famiglia moldava, giapponese, brasiliana. Voglio che sia un’esperienza reale!

Spoiler (se si può): un prodotto che assolutamente comparirà in una box futura?
Niente spoiler! 😉

Tra qualche anno, come spiegherai il progetto alla tua bimba?
Le dirò che la maternità è davvero una grande palestra e che è incredibilmente generativa. MICATUCA ne è la prova.

MICATUCA nei social:
https://www.facebook.com/micatucabox/
https://www.instagram.com/mica_tuca/
https://www.pinterest.it/micatucabox/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *