Tilla Baby Box

Margherita Barin

Sono state consegnate giovedì scorso, 7 marzo, allo Sportello Donna & Famiglia di Caritas Vicenza le prime 10 Tilla Baby Box, scatole contenenti un kit di prodotti utili alla cura del bambino dalla nascita in avanti destinati alle mamme che usufruiscono dei servizi dello sportello. 
Dietro le box c’è Margherita Barin.


Margherita lavorava a tempo pieno e indeterminato – e con grandi soddisfazioni! – in un’importante multinazionale della moda, una realtà in prima linea nel valorizzare una grande e delicata tematica, la maternità. Tiene a sottolineare questo aspetto, l’ideatrice delle box, perché “Appena scoperto di essere incinta, sono dovuta rimanere a casa da un giorno all’altro, ferma a letto per qualche tempo per complicanze. In azienda nessuno ha fatto pressioni o osservazioni. La loro preoccupazione era solo rivolta al benessere mio e del bambino”. Prima la maternità anticipata, poi il congedo obbligatorio, seguito da quello facoltativo e, infine, le dimissioni nel gennaio del 2018. Nel frattempo, con la nascita della figlia Carolina, il 23 maggio 2017, ha iniziato a formarsi nella mente di Margherita Tilla Baby Box, un’impresa sociale volta a realizzare collezioni di corredi nascita di alta qualità da filiera etica.

Tilla Baby Box Carolina

Complice dell’avvio dell’attività anche il papà di Margherita, mancato al quarto mese di gravidanza di lei. Un dramma che l’ha spronata nell’intraprendere una simile avventura. “Mio papà era un sognatore – commenta – mi avrebbe detto di seguire il mio cuore e lanciarmi. Credo sarebbe orgoglioso di quanto sto facendo”.

Margherita spago box

Margherita, racconta: come è nata l’idea di Tilla Baby Box e come l’hai sviluppata?
Ho passato la gravidanza informandomi per prepararmi al meglio all’arrivo di mia figlia: ho seguito corsi, redatto file excel e fatto innumerevoli ricerche per capire cosa comprare e dove. “Dovresti monetizzarli questi studi” esordirono una volta, scherzando, le mie amiche. Ed eccomi qui, ora, con scatole di legno, di varie dimensioni e personalizzabili, contenenti kit formulati in maniera diversa, per esigenze differenti, utili a mamme e bambini dal momento del parto fino ai primi anni di vita e anche oltre. I criteri con cui ho fatto la selezione del contenuto uniscono l’etica alla sicurezza all’estetica e alla funzionalità, perché voglio abbattere il concetto che associa alla sostenibilità qualcosa di brutto, poco pratico o non piacevole. La strumentazione di Tilla Baby Box, seguendo questa filosofia, è eccellente.

descrizione box

Ti approcci a un mondo, quello della maternità, tanto bello quanto ambiguo. Cos’è per te la maternità e cosa dice, questo progetto, della tua visione?
Personalmente vivo la maternità come un’avventura meravigliosa, ma anche molto impegnativa. Io lo chiamo bipolarismo materno (ride, ndr). Sembra uno slogan, ma è vero: ho sempre creduto nel valore sociale ed economico della maternità. Il valore economico è lampante, perché se viene dato valore alla maternità, la società – intesa in maniera ampia anche come consumatori – ne trae beneficio, ha più potere, fiorisce. Parlo di maternità perché io sono mamma, ma il ragionamento è valido anche per la paternità. Dal punto di vista sociale, diventare genitori è una scelta personale ma importantissima per la collettività: se nessuno facesse più figli, l’umanità sarebbe destinata all’estinzione. Se chi ha potere decisionale in ambito lavorativo e istituzionale non accetta che questa è una realtà evidente e non comprende il valore della genitorialità, la nostra società è destinata a morire.

mani Margherita

Box per privati, ma anche per aziende, per comunicare il valore che la maternità ha per l’impresa. Vai un po’ controcorrente rispetto al sentore comune che aleggia…
La maternità ha un valore enorme per l’impresa. Esiste anche il master MAAM, l’unico programma formativo al mondo che trasforma la maternità e la paternità in un master in competenze chiave per la crescita professionale. Dati scientifici hanno dimostrato che la maternità è collegata a uno sviluppo cerebrale e che l’accudimento dei figli rende più rapidi nell’analizzare le situazioni, più efficienti nell’organizzazione e più empatici. Del resto ci si trova a dover costantemente capire e interpretare le esigenze di qualcuno che non è in grado di comunicarle nel linguaggio tradizionale. Una persona che diventa genitore sviluppa capacità che non aveva prima. Ciò significa che quando torna in azienda, il datore di lavoro può contare su una risorsa molto più competente.

Tilla Baby Box

Le tue box hanno anche un valore sociale.
Mi piacerebbe che l’impresa si allargasse di pari passo all’attività sociale. Credo che ogni bambino abbia il diritto di crescere in un mondo sicuro, sostenibile e adeguato alle sue necessità e che la tutela di questo diritto sia una responsabilità collettiva. Per questo motivo alla vendita di ogni Tilla Baby Box corrisponde la donazione di kit per la cura del bambino destinati a mamme che non potrebbero altrimenti avere accesso a questo tipo di risorse. Primo beneficiario è la Caritas diocesana vicentina.

Tilla

Completa:

– il prodotto che tu, da mamma, hai usato di più della box: le coppette assorbilatte lavabili, indispensabili per tutto l’allattamento;
– i prodotti che hai usato maggiormente su tua figlia: garzette e soluzione fisiologica all’inizio, come i body e le tutine, mentre le mussoline le utilizziamo anche adesso che ha quasi due anni;

- la mamma social a cui vorresti consegnare una box: the Pozzolis Family;
– Tilla sta per: Tilla è un omaggio a mia nonna, Bertilla. Ha 86 anni e ancora oggi so che, quando ne ho bisogno, a casa sua trovo il pranzo pronto. Mi ha insegnato che avere cura di qualcuno significa agire, esserci, preparare da mangiare. È un esempio fantastico.

box

Tilla Baby Box nei social:
https://www.facebook.com/tillababybox/
https://www.instagram.com/tillababybox/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *