Nutri-mente

nutri-mente orto benessere

Da una parte Elisa Bevilacqua, 38 anni, imprenditrice agricola di un’azienda nata negli anni ‘60 nel cuore della campagna Vicentina. Dall’altro Paola Campanaro, psicopedagogista e counselor, fondatrice – assieme al socio, dott. Alessandro Bellin – dello studio Bellin & Associati, ora conosciuto come centro clinico La Quercia, un punto di riferimento multidisciplinare in tutto il territorio nazionale, sia per bambini che per adulti.

Da una parte Elisa, con un amore smisurato per la terra che si tramanda di generazione in generazione e che ha animato l’attività di famiglia fino a rendere l’azienda agricola Bevilacqua una top player nel settore agroalimentare.
Dall’altra Paola, che da oltre 20 anni supporta famiglie, bambini e adolescenti nel percorso evolutivo. “Una fata”, come le piace definirsi, che trasforma i problemi in opportunità.

Da una parte Elisa, che gestisce l’azienda agricola di frutta e verdura dove i terreni continuano ad essere coltivati con la stessa passione che il nonno Alessandro ha trasmesso al papà e poi a lei, a coltivare “l’orto del benessere”, dove i prodotti vengono poi venduti nei mercati km0 e Campagna Amica di Creazzo e Vicenza. Un’attività, questa, che si affianca al ruolo di moglie e mamma di Tommaso, un bambino di 4 anni pieno di vita.

Dall’altra Paola, la cui attività si affianca al ruolo di moglie e mamma di Francesco ed Elena, due giovani adolescenti con i quali le piace confrontarsi, mettersi in gioco e grazie ai quali impara i nuovi modi di comunicare dei giovani.

Le strade di Elisa e Paola si sono incontrate, coltivate e sviluppate. E noi abbiamo voluto sapere qualcosa in più.

nutrimente con scalchi

Elisa, c’è un aneddoto da raccontare sul vostro incontro?

Io e Paola ci siamo conosciute durante la presentazione del progetto Nutri-mente nella piazza di Creazzo, in occasione della giornata mondiale contro lo spreco alimentare. Unire i principi di questo progetto con le qualità dei prodotti del territorio e la valorizzazione delle coltivazioni locali è stato un modo per chiudere il cerchio: così nasce Nutri-mente e Orto del benessere.

bevilacqua campo 3

Nutri-mente e Orto del benessere. Approfondiamo. Cosa sono e da quale intuizione partono?

Entrambi i progetti partono dal concetto che “siamo ciò che mangiamo”. Dobbiamo ricordarci che è fondamentale non solo nutrirsi dei giusti cibi, ma rispettarne anche le peculiarità. In primis, la stagionalità dei prodotti che presentiamo nelle nostre tavole, le modalità di coltivazione e l’impatto ambientale che ne deriva. Prediligiamo sempre i prodotti dei nostri territori. Inoltre il cibo è emozione: ogni alimento ci ricorda qualcosa, ci fornisce delle sensazioni, ed è importante ricordarsi che i colori della frutta e della verdura stimolano i nostri occhi e il nostro benessere.

Quali valori veicolano Nutri- mente e orto del benessere?

Semplicemente i valori della terra e dei sani stili di vita.

cibo

Nutrizione, psicologia, agricoltura… come dialogano tra loro? Ma soprattutto, quanto è importante dialoghino tra di loro ?

Le emozioni influiscono ogni aspetto della nostra vita: anche la scelta degli alimenti e delle pietanze diventa molto spesso una scelta di cuore.
L’obiettivo del nostro progetto è, quindi, quello di far capire l’importanza della scelta degli alimenti, presentando le loro proprietà e valorizzando il territorio.
Il secondo obiettivo è quello di consolidare la consapevolezza di una sana alimentazione per corretti stili di vita, imparando a conoscere cosa vuole il nostro corpo. Nutrirsi in modo consapevole favorisce la concentrazione a scuola e nel lavoro, limita lo stress, migliora o riduce problematiche legate alla pelle, previene numerose malattie, rinforza il nostro organismo.

bevilacqua campo 2

Il vostro è un progetto che ha guadagnato l’Oscar Green Coldiretti Veneto. Ricordi ancora, Elisa, i pensieri che si sono susseguiti nella tua mente alla comunicazione del primo posto sul podio?

Sì, ricordo un’emozione così forte e insolita che mi ha commosso.
Al mio fianco avevo mio papà con gli occhi pieni di felicità. Subito non avevo parole per spiegare la mia felicità, non credevo a questo podio… ero travolta dalla felicità. Man mano che realizzavo questa vincita ho subito pensato alla forza di portare avanti questo progetto nelle famiglie.

premio nutrimente oscar green 2021

Cosa sogni per Nutri-mente e l’orto del Benessere?

Che il progetto entri in modo radicato nelle famiglie e nelle scuole.
Perché è lì che inizia la magia: educando fin da piccoli a un corretto stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.