INK EAT

Anna_Martina

INK EAT. Letteralmente mangiare inchiostro. Ma cosa significa? Dietro queste parole ci sono Anna Crippa e Martina Cavallo, due giovani impegnate nella personalizzazione food&drink attraverso l’uso di nuove tecnologie.

Grazie ai loro macchinari 3D possono, infatti, stampare loghi, immagini e scritte direttamente sulla superficie di macarons, biscotti, marshmallows, cocktails,… “Abbiamo voluto utilizzare la parola “INK”, che rimanda al mondo dei tattoo, proprio per dare l’idea di “tatuare il cibo”” è il loro commento.

social ink eat

Dietro INK EAT ci siete voi, Anna e Martina. Quindi vi chiedo:
– come è nata quest’idea?
INK EAT è l’evoluzione del progetto precedente, One of a kind–Lollipop Design, nato nel 2016. Abbiamo iniziato per gioco, realizzando artigianalmente lollipops personalizzati e, dopo i primi riscontri positivi, abbiamo iniziato a studiare e fare ricerche per migliorarci e introdurre nuovi prodotti. La svolta tecnologica si è resa necessaria per velocizzare la produzione: fin da subito ci ha entusiasmato tantissimo e abbiamo deciso di percorrere questa strada. Dopo un lungo periodo di sperimentazione ci siamo lanciate in questa nuova avventura, presentando ufficialmente INK EAT durante l’ultima Design Week, ad Aprile 2018.
– Chi ha coinvolto chi?
INK EAT è un progetto comune, nessuna delle due ha dovuto “convincere” l’altra a buttarsi in questa avventura. Ognuna ha apportato idee e stimoli diversi, ma ci siamo sempre mosse nella stessa direzione e con gli stessi obiettivi.
– Chi si occupa di cosa?
Martina si occupa principalmente di tutti gli aspetti visual, dalla realizzazione/revisione delle grafiche agli shooting; io (Anna) gestisco i nostri canali social, cerco di essere sempre aggiornata sulle tendenze lifestyle che possono rivelarsi utili e mi occupo della comunicazione in generale. Entrambe ci occupiamo dei rapporti con i clienti, mail, produzione e ricerca tecnologica… Un vero e proprio lavoro di squadra!

lips macaron

Come vi siete fatte conoscere?
Di strada per farci conoscere ce n’è ancora tanta! Per adesso comunichiamo soprattutto tramite i social, nello specifico Instagram, con risultati soddisfacenti! Altra strada che stiamo percorrendo è quella dell’influencer marketing: abbiamo selezionato qualche profilo a cui inviare i nostri prodotti e i risultati in termini di engagement sono stati davvero pazzeschi!

Chi vi chiede soprattutto il servizio di Live Printing?
Il Live Printing è un servizio richiesto soprattutto da quelle aziende che hanno voglia di comunicarsi in un modo del tutto inedito, social e divertente. Il servizio più richiesto, nonché quello più d’impatto, è sicuramente la stampa sui cocktails.
Oltre alle aziende, il servizio è richiesto anche da clienti privati in occasione di matrimoni o grandi feste.

cocktail INK EAT

Quale evento vi è rimasto nel cuore fino ad ora?
Ogni evento è carico di emozioni, ma sicuramente lavorare con Laura Pausini è stata un’esperienza adrenalinica! Ancor prima che lanciassimo ufficialmente il progetto, siamo state contattate per realizzare dei prodotti personalizzati in occasione della sua conferenza stampa. Una vera e propria partenza col botto, non l’avremmo mai immaginato! Sono stati giorni di fuoco, tra la produzione (ovviamente le tempistiche erano strettissime), l’organizzazione e il packaging, ma è andato tutto per il meglio e il nostro lavoro è stato super apprezzato!

A quale evento vi piacerebbe partecipare con le vostre creazioni?
Sicuramente ci piacerebbe essere presenti alla prossima Design Week e alle future Fashion Week. Si tratta sempre di occasioni molto stimolanti e sono delle vetrine importantissime per farci conoscere!

food ink eat

C’è richiesta nel mercato?
Per fortuna sì! Sicuramente all’inizio c’è un po’ di “diffidenza”, trattandosi di un servizio unico nel suo genere, ma una volta superato il timore iniziale, i nostri clienti rimangono stupiti dal risultato e dall’effetto “wow” che si crea.

Ci sono competitors o siete uniche nel vostro genere?
Al momento non ci risultano altre realtà che offrano lo stesso servizio, perlomeno non nel panorama europeo!

beverage ink eat

Quali difficoltè avete dovuto affrontare / dovete affrontare nel vostro particolare e creativo lavoro?
Beh, trattandosi di un servizio innovativo la difficoltà principale è far capire cosa facciamo e comunicarlo nel modo corretto. Il fatto di non avere competitors significa investire moltissimo tempo ed energie nella sperimentazione: non è stato semplice capire quali prodotti proporre e ideare il format Live Printing: proprio per questo motivo INK EAT è un progetto in costante evoluzione e siamo curiosissime di scoprire dove ci porterà!

Marshmallow_PinkLeopard

Su quali alimenti vi piacerebbe stampare in futuro?
Ci piacerebbe continuare a sperimentare la stampa sulle bevande, siamo alla costante ricerca di nuove “superfici stampabili” e abbiamo già qualcosa di nuovo in mente per il futuro…

drink ink eat

Che altre declinazioni immaginate per la vostra professione?
Abbiamo mille idee in questo senso! Al momento INK EAT è un servizio che guarda molto al mondo degli eventi e ne siamo felicissime, ma in futuro potrebbe essere (anche) retail. Ci piacerebbe lavorare in più direzioni e creare un progetto versatile e fluido!

Completate:
– la richiesta più strana?
Generalmente non riceviamo richieste strane, quelle più particolari per noi si trasformano in divertenti sfide! Qualche esempio: replicare texture come il riflesso dell’oro, l’effetto oleografico o la corteccia di un albero. Con molta pazienza e tante prove è stato possibile accontentare i nostri clienti.
– Il lavoro più complicato?
Probabilmente l’evento Swatch in collaborazione con Grazia che si è tenuto nello store in Corso Vittorio Emanuele a Milano: abbiamo realizzato un catering completamente personalizzato (dai finger food dolci e salati ai cocktails) ed è stata una vera e propria sfida! A fine serata eravamo sfinite, ma l’emozione e la soddisfazione provate non hanno prezzo!
– Assaggiate quanto fate?
INK EAT in questo momento si occupa solo della stampa e della selezione dei prodotti “personalizzabili”, per la fornitura vera e propria ci affidiamo a professionisti del settore. Ovviamente prima di proporre nuovi prodotti ci accertiamo che siano tanto belli quanto buoni… 🙂
– Chi vorreste vi contattasse (insomma… il sogno proibito)?
Qui la lista potrebbe essere infinita…ci piacerebbe moltissimo arrivare a brand iconici legati al mondo della moda e del design, come Gucci, Fiorucci, Seletti, Kartell… ma anche il mondo del beauty ci intriga!

marshmellow ink eat

INK EAT nei social:
https://www.facebook.com/inkeat/
https://www.instagram.com/_inkeat_/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *